Chi Siamo Catalogo Novità Appuntamenti Newsletter Contatti


<< Torna indietro

Aldo Chiavari
L'Abbazia di Fiastra, la Rancia e Canalecchio dai Cistercensi alla Fondazione Giustiniani Bandini
Possessioni colonie coloni

ISBN 88-7969-370-0
€ 25,00
Ft. 240x310 mm
2016, pp. 160, copertina cartonata con sovraccoperta
Lo spirito che anima il libro è fondato sulla rigorosa documentazione e costituisce una stazione importante nell’ambito della storiografia concernente questo territorio. Pochi altri luoghi infatti presentano così ricca attestazione di documenti convergenti attraverso il tempo, testimonianze preziose e circostanziate che consentono una ricostruzione non solo ampia e dettagliata, ma soprattutto certa e verificabile di una storia millenaria che, dall’origine monastica, trova nella Fondazione Giustiniani Bandini e nella Riserva il suo approdo naturale, perfettamente rispondente ai valori insiti già nei primordi di progetti e bonifiche attuate dai monaci, fino alla volontà del Duca Sigismondo Giustiniani Bandini di istituire un organismo in grado di preservare un bene fondante e peculiare orientandone lo sviluppo e le finalità in svariate declinazioni, tutte volte alla conservazione e salvaguardia del patrimonio naturale e artistico.
Già infatti dalla parte di titolo che recita: dai cistercensi alla Fondazione Giustiniani Bandini, si rileva come l’autore abbia inquadrato con chiarezza programmatica la complessiva, lunga esperienza storica di Abbadia di Fiastra: dai monaci cistercensi che la fondarono e, poco a poco, con intelligente disegno e acuta tenacia, la resero fertile e produttiva, fino alla grande intuizione del Duca Sigismondo, completamente realizzata in ogni suo espresso e più riposto intento, dalla Fondazione, con le sue strutture, attività permanenti, partecipazioni e collaborazioni attive di operatori e coloni ad ogni ambito e livello.