Chi Siamo Catalogo Novità Appuntamenti Newsletter Contatti


<< Torna indietro

Nazzareno Paniconi
Tre racconti della mia terra

ISBN 88-7969-416-2
€ 15,00
Ft. 150x210 mm
2018, pp. 176, copertina in brossura
I Tre racconti della mia terra di Nazzareno Paniconi, scrittore marchigiano, che della sua terra ha saputo assorbire tratti umorali e persino lunatici, costituiscono una sorpresa piacevole nel panorama letterario delle Marche.
Racconti, questi, che si muovono lungo un doppio binario: il giocoso (quasi da favola strapaesana) e l’elegiaco, apparentemente divergenti, ma variamente intrecciati e fusi, con indugi prolungati nell’uno o nell’altro versante, interrotti da rapide e frequenti inversioni di marcia. La vena elegiaca a volte s’intesse con una lunga e quasi onnicomprensiva attenzione storiografica, con un gusto fervido per le riesumazioni di eventi remoti (o prossimi) nell’ambito accuratamente circoscritto di una regione. La tenacia e la ritrosia, tipica della natura marchigiana si ritrovano nella scrittura di Nazzareno Paniconi. Ma non si tratta, come a prima vista potrebbe sembrare di una semplice operazione della memoria, anche se un certo registro autobiografico decide dell’andamento narrativo dei tre racconti in questione: Un intellettuale nella terra del Montefeltro, Diario di un lunatico, Padre Lavinio, perché c’è un costante esercizio di riscrittura, di reinvenzione su materiali che così massicciamente invadono la pagina. È operazione, questa, che impegna lo scrittore a fondo. È a questo punto che tutte le direzioni si annodano nell’interesse originario della ricerca, che è quello della scoperta di un’identità territoriale che diventa culto della marchigianità, intesa come centro di convergenza di una larga gamma di elementi, etnici, geografici, storici, linguistici: una mésalliance a cui il dialetto e i toponimi danno un particolare aroma. Perché questa è la marchigianità, che Nazzareno Paniconi ricerca con l’intensità di chi va a rivisitare un tempo perduto: un’essenza che si esala dalla più varia tessellatura di voci e di echi.